Veronica Barsotti

Diplomata a pieni voti sotto la guida del M° R. Frosali al Conservatorio Satale di Musica “L. Cherubini “ di Firenze si perfeziona in chitarra alla Scuola di Musica di Fiesole con il M° A. Borghese vincendo una borsa di studio per meriti artistici.
Consegue il Diploma di Laurea di II livello in Chitarra con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Puccini” di La Spezia sotto la guida del M° Fabio Renato D’Ettorre.
Di rilievo il rapporto con alcuni tra i più autorevoli esponenti dello strumento a livello internazionale e mondiale come il Duo Assad, D. Rassel, G. Bandini, M. Mela, G. Fernandez, L. Micheli, A. Dieci, A. Zohn e R. Todd.
Ha partecipato al Festival Internazionale di Chitarra presso il Forum Guitarre di Vienna frequentando le Masterclasses di Melitta Heizman e Jorgos Panetos.
Ha seguito il corso di chitarra tenuto dal M° Oscar Ghiglia presso la prestigiosa Accademia Chigiana di Siena in qualità di allieva effettiva, conseguendo Diploma di Merito e una borsa di studio.
Ha partecipato a numerosi concorsi musicali ottenendo riconoscimenti e segnalazioni: I° Premio al Concorso Internazionale “ANEMOS” di Roma, I° Premio al Concorso Nazionale Musicale città di Ortona, II° Premio al primo Concorso Nazionale “G. Rospigliosi” di Lamporecchio, II° Premio al quarto Concorso Chitarristico Internazionale “P. Barsacchi” città di Viareggio, vincitrice exaequo della selezione A.GI.MUS. Giovani Concertisti città di Siracusa, I° Premio Concorso Nazionale Riviera Etrusca.
Ha collaborato con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino per la realizzazione dell’opera “Falstaff” di G. Verdi, diretta dal M° Zubin Mehta, e “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini, diretta dal M° Roberto Abbado.
Svolge da diversi anni attività concertistica come solista, in duo chitarra-violino, duo di chitarre e trio (due chitarre e flauto), presso importanti associazioni musicali e teatri in Italia e all’estero.
Nel 2014, su iniziativa di Salvo Marcuccio, nasce il “Quartetto Rosetta” del quale è componente stabile insieme a Marco Gammanossi e Giordano Bindi. Il gruppo utilizza quattro strumenti identici ma accordature differenziate, aumentando di un’ottava l’estensione utile rispetto alla chitarra classica e rendendo possibile eseguire molti capolavori del grande repertorio per quartetto d’archi senza sostanziali alterazioni al testo originale.
Parallelamente allo studio strumentale e all’attività concertistica ha conseguito la laurea in “Filosofia della Musica” al DAMS di Bologna e il Biennio di II Livello abilitante in strumento con il massimo dei voti e lode.
E’ docente di chitarra presso il Liceo Musicale “ISIS NICCOLINI-PALLI” di Livorno e presso l’Accademia della Chitarra “Stefano Tamburini” di Pontedera.

Unisciti a noi!

Se la musica è la tua passione,
noi abbiamo tutti gli strumenti per farla crescere!