Mostra 2009 - Concerti

 
 

József Eötvös

Sabato 21 novembre 2009, ore 21:15
Chiesa del Crocifisso, Via Curtatone, Pontedera

Musiche di Bartók, Scarlatti, Bach, Eötvös, Farkas, Brouwer, Albéniz

József Eötvös è nato a Pécs, Ungheria, nel 1962. Si è diplomato al collegio di musica Franz List di Weimar con Roland Zimmer ed ha studiato composizione con Franz Just. La sua attività concertistica lo ha portato, fra l’altro, in Austria, Repubblica Ceca, Grecia, Olanda, Polonia, Lituania, Germania, Romania, Svizzera, Svezia, Slovacchia, Lichstenstein, Giappone e Singapore, invitato come solista e con orchestra. Ha effettuato registrazioni radiotelevisive in Ungheria e altrove.
La sua attività pedagogica si concentra prevalentemente sulla musica barocca e sul repertorio cameristico. È membro della giuria in svariati concorsi chitarristici internazionali e direttore artistico dei Festival Internazionali di Esztergom e di Balatonfüred. Oltre alle proprie trascrizioni e composizioni, in concerto Jozsef Eötvös cura la divulgazione della musica ungherese del ventesimo secolo e contemporanea, con lavori di autori come Barna Kováts, Ferenc Farkas, Máté Hollós e Iván Madarász.
Le sue trascrizioni sono particolari rarità musicali, di cui è l'unico esecutore al mondo sulla chitarra. La sua trascrizione delle Variazioni Goldberg di Bach è stata salutata dai critici come la trascrizione del secolo; in seguito a tale successo, Jozsef Eötvös ha data alle stampe le trascrizioni delle opere per liuto di Bach (edite da Chanterelle), di pezzi pianistici di Chopin (edite da Professional Music Press in Polonia e da Gendai Guitar in Giappone) e delle Danze Ungheresi di Brahms (edite da Mel Bay negli Stati Uniti). Le sue compoaizioni, per chitarra e per altri strumenti, sono pubblicate da Orphée (Columbus, Ohio) e da Trekel Verlag (Amburgo).
Jozsef Eötvös insegna presso l’Accademia Musicale “Franz Liszt” di Budapest dal 2002 ed ha fondato la prima classe di chitarra a livello universitario in Ungheria. Nel 2002 ha ricevuto il premio Artisjus per la divulgazione della musica contemporaea ungherese e, nel 2004, gli è stato conferito il premio Franz Liszt in riconoscimento della sua opera. Il suo libro di testo universitario “Riflessioni sulla musica di J. S. Bach e sull’esecuzione dei suoi lavori per liuto” è stato pubblicato nel 2006 dall’Università di Pécs.
» www.eotvos.net
 

  

Duo Caputo-Pompilio

Domenica 22 novembre 2009, ore 21:00
Chiesa del Crocifisso, Via Curtatone, Pontedera

Bach: Variazioni Goldberg, BWV 988 - Trascrizione per due chitarre di Benedetto Montebello

Con la conquista del Primo Premio dell’undicesima edizione del concorso più importante al mondo per duo di chitarra (Montelimar, Francia), primi italiani ad averlo ottenuto, il duo Giuseppe Caputo e Luciano Pompilio ha ricevuto il definitivo riconoscimento internazionale, imponendosi all'attenzione della stampa e degli addetti ai lavori.
Il duo nasce nel 1994 con il preciso intento di ricercare e approfondire il repertorio originale per due chitarre dell'Ottocento e del Novecento e in poco più di un decennio di esistenza ha saputo affermarsi come uno dei fenomeni chitarristici più interessanti e ammirati sviluppatisi in Italia. Dotati di straordinaria professionalità e maestria tecnica, i due giovani talenti hanno presto attirato l’attenzione del pubblico e della critica per l’equilibrio, la sensibilità, la raffinatezza e l’intesa reciproca che dimostrano in ogni loro esibizione. Dal 1994 ad oggi il duo ha tenuto concerti in importanti Istituzioni Musicali, in Italia, Olanda, Ungheria, Belgio, Spagna, Svizzera, Francia, Malta, Messico, Polonia, Montenegro, Macedonia, Usa, Serbia ecc. suonando nei più prestigiosi Festival, quali il Festival “Andres Segovia” a Madrid, nella casa museo di Andres Segovia a Linares, Festival d’ètè a Toulouse, Guitar Festival di Siracusa, Festival di Morelia in Messico, Symposium di Iserlohn, ecc. riscuotendo ovunque unanimi consensi di critica. Negli stessi anni il Duo è pluripremiato in numerose competizioni musicali, nazionali ed internazionali vincendo il 1° premio assoluto in ben 14 concorsi. Contemporaneamente ha seguito il Corso Triennale Internazionale di Formazione Concertistica presso l’Arts Academy di Roma, laureandosi con il massimo dei voti, sotto la guida del M° Stefano Palamidessi e perfezionandosi con David Russell, Alberto Ponce, Hopkinson Smith, Angelo Gilardino, David Starobin, Carlos Bonell ed i fratelli Sergio e Odair Assad. Recentemente, alcuni concerti sono stati registrati e trasmessi da Rai-Radio 3, Radio Vaticana , Radio Ucraina e France Musiques e molte emittenti televisive italiane ed estere. Regolarmente i loro cd vengono trasmessi da Radio Vaticana. A marzo 2007 sono stati protagonisti della prima nazionale e terza mondiale dell’esecuzione del doppio concerto per due chitarre e orchestra di Leo Brower "The book of signs".
La produzione discografica del Duo Caputo-Pompilio si è recentemente arricchita di un ulteriore interessante e prestigioso anello. Dopo “Petit déjeuner” e “Works for Guitar Duo”, consacrati al repertorio del Otto e Novecento, e “Spanish Athmospheres”, dedicato alla musica spagnola e realizzato con il soprano inglese Anita Biltoo, i due maestri hanno concluso la registrazione in prima mondiale delle Variazioni Goldberg di J.S. Bach, che è stata allegata alla nota rivista specializzata Guitart nel numero di gennaio 2008 dedicando loro la copertina.
» www.duocaputopompilio.com