Glenda Poggianti e Luigi Nannetti - Corso 2006

Corso per la preparazione all’esame di ammissione ai nuovi trienni in Conservatorio

Incontri a cadenza settimanale di un’ora ciascuno organizzati in moduli: teoria, solfeggio, tecniche per l’educazione dell’orecchio, canto; armonia, analisi delle forme compositive; storia ed estetica musicale; da ottobre 2006 a giugno 2007, con inizio sabato 7 ottobre 2006, ore 15.00

In attuazione della L. 508/99 che equipara i Conservatori a strutture di livello universitario, il D.P.R. 212/05 ha sancito definitivamente il passaggio al nuovo ordinamento per tutti i corsi strumentali. Come per le Università, i nuovi corsi conservatoriali si articolano in Diploma accademico di primo livello (laurea triennale) e un successivo Diploma accademico di secondo livello (biennio specialistico), più eventuali ed ulteriori specializzazioni. I titoli rilasciati sono equiparati alle lauree triennali e biennali conseguite presso le Università e, come in queste, l’iscrizione al Conservatorio comporta l’impossibilità di frequentare qualsiasi altro corso di laurea in Italia. Titolo di accesso ai nuovi corsi è il diploma di maturità conseguito in qualsiasi scuola del secondo ciclo (ex-superiori), ivi compresi gli istituendi Licei Musicali e Coreutici; l’ammissione sarà regolata secondo i posti ogni anno disponibili previo superamento di appositi esami, i quali - seppur diversi in ogni Conservatorio in base all’autonomia didattica - verteranno tutti sui seguenti ambiti disciplinari: esecutivo-interpretativo, percettivo, teorico-compositivo, storico-estetico, informatico musicale.
Il corso si propone come strumento indispensabile alla preparazione degli esami di ammissione al Conservatorio, in sostituzione dei singoli corsi di solfeggio, armonia, e storia della musica finora presenti in ciascuno dei vecchi curricoli strumentali. Esso, quindi, è rivolto a chi:

  • intende iniziare lo studio del proprio strumento in previsione di una futura ammissione al Conservatorio;
  • ha già superato esami di compimento inferiore e/o medio e intende proseguire verso il Diploma accademico di primo livello;
  • non ha mai intrapreso lo studio delle materie teoriche, pur avendo raggiunto un sufficiente livello tecnico sul proprio strumento;
  • in età pre-liceale, non intenda (o non possa) iscriversi al Liceo Musicale.

 

Glenda Poggianti. Nata a Pontedera nel 1980, intraprende lo studio del pianoforte all’età di nove anni con Laura Fagiolini per poi diplomarsi nel 2000 col massimo dei voti presso l’Istituto “P. Mascagni” con Francesco Cipriano. Ha frequentato per due anni i corsi speciali di perfezionamento pianistico di Maria Tipo e Pietro De Maria presso la Scuola di Musica di Fiesole. Attualmente prosegue gli studi con Daniel Rivera ed è iscritta al primo anno del Biennio Superiore in Pianoforte presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno. Dopo aver partecipato come allieva effettiva a Masterclass tenute da Piero Rattalino, Daniel Rivera e Andrea Lucchesini, segue per un anno i Corsi di Alto Perfezionamento Pianistico di Konstantin Bogino presso l’Accademia Angelica Costantiniana in Roma. Studia composizione con Fabio De Sanctis De Benedictis, ed affianca a questo l’attività didattica come docente di pianoforte ed armonia complementare presso l’Accademia della Chitarra. Ha conseguito il primo premio e riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali, tra cui “Città di Massa”, “L. van Beethoven” (Pisa), “Terme di Saturnia”, “L. Rospigliosi”, “Riviera etrusca”, “Riviera della Versilia”, “Città di Vicopisano”, “Concorso nazionale d’esecuzione pianistica” Castelnuovo Garfagnana, “Concorso internazionale Città di Racconigi”; il premio speciale “Chopin” presso il Festival pianistico nazionale “Miroirs” Pisa, la borsa di studio “Cesare Chiti” indetta dall’Istituto “P. Mascagni”. Ha tenuto recital solistici in Italia presso teatri e associazioni tra cui “Festival Internazionale Isola d’Elba”, Teatro Goldoni (Livorno) “Associazione Miroirs” (Pisa), Teatro delle Commedie (Livorno), “Laboratorio ‘900” presso Teatro AGIP, Livorno, “Concerti della Domenica” (Istituto P. Mascagni, Livorno), “Rassegna giovani concertisti” (Viareggio), Fondazione W. Walton (Napoli), Teatro Roma (Pontedera), “International Engadin Piano Summer Academy” (Ftan, Svizzera), anche in formazioni cameristiche, come solista con l’orchestra (Nuova Orchestra Labronica e Orchestra P. Mascagni, diretta da Diego Dini Ciacci) ed in duo con Daniel Rivera.

Luigi Nannetti. Laureato in Lettere, indirizzo Storico - Musicale, presso l’Università di Pisa nel 2004, ha conseguito il diploma in flauto nel 2001 presso l’Istituto Musicale Pareggiato “L. Boccherini” di Lucca. Attualmente frequenta l’ultimo anno della Scuola Interuniversitaria Lombarda di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario (SILSIS) - indirizzo Musica e Spettacolo - presso l’Università di Pavia. Dall’anno 2002 insegna Flauto, Teoria e Solfeggio e Propedeutica musicale presso la Scuola di Musica Il Pentagramma di Peccioli; dal 2004, per le stesse materie, presso la Scuola di Musica G. Verdi di Larciano (PT). Dallo stesso anno è docente di Storia della Musica presso l’Accademia della Chitarra. Nel 2005 ha partecipato ai corsi di specializzazione per la didattica musicale a Fermo, organizzati dalla Società Italiana per l’Educazione Musicale in collaborazione con la Gioventù Musicale Italiana. Nei due anni successivi al diploma in flauto ha frequentato il corso di perfezionamento post-diploma, presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno tenuto da Stefano Agostini, mentre nell’anno 2003/2004 ha frequentato il Corso Annuale di Perfezionamento presso l’Accademia “San Felice” di Firenze sotto la guida di Michele Marasco. Ha partecipato come allievo effettivo al Corso Estivo presso l’ Associazione "Stravinskij” a S. Martino Val Caudina nel 2002 tenuto da Conrad Klemm. Nel 2003 frequenta in qualità di allievo effettivo il Corso Estivo di Perfezionamento presso l’Accademia Chigiana di Siena tenuto da Patrick Gallois, mentre nel 2004 ha frequentato i corsi di perfezionamento nell’ambito del Festival “S. Gazzelloni” a Roccasecca con Maxence Larrieu, Carlo Macalli, Mario Caroli e Michele Marasco. Svolge attività concertistica come solista e collabora con altre formazioni da camera e orchestrali come la Nuova Orchestra Labronica e la Youth Arts & Sounds Orchestra di La Spezia.