Fabio De Sanctis De Benedictis - Corso 2005

Tecniche compositive del '900

Il corso prevede un incontro mensile di tre ore, da novembre a giugno, per un totale di 24 ore complessive, durante le quali verranno trattate le principali tecniche compositive del secolo scorso, sia dal punto di vista teorico e analitico, sia attraverso un laboratorio di composizione: la dodecafonia (Schönberg, Berg, Webern, Babbit), tecniche utilizzate dagli anni '50 in poi (Berio Maderna, Nono, Boulez, Donatoni, Manzoni, ecc.), approccio stocastico, approccio elettronico. È prevista la scrittura di un brano per un organico che verrà assegnato dall'Accademia, e le composizioni selezionate saranno eseguite in un saggio-concerto finale. Nel corso è compresa l'assistenza va e-mail tra una lezione e la successiva.
La frequenza del corso è subordinata ad un esame di ammissione che consisterà di:

1. esame del Curriculum Vitae del candidato
2. esame di eventuali composizioni presentate dal candidato
3. colloquio.

Non è richiesto alcun livello specifico di ingresso, attuandosi la selezione tramite l'esame di ammissione, sebbene sia auspicabile una conoscenza della musica pari almeno ad un corso inferiore di conservatorio.

Fabio De Sanctis De Benedictis è nato a Pisa nel 1963. Sotto la guida dei maestri Renata Sfriso e Claudio Vaira ha conseguito i diplomi di Violino, Musica Corale e Direzione di Coro, Composizione, quest'ultimo con il massimo dei voti e la lode. Ha frequentato triennalmente i corsi di Composizione tenuti dal Maestro Giacomo Manzoni presso la Scuola di Musica di Fiesole (FI).
È risultato primo assoluto alla prima edizione del "Concorso Nazionale di Composizione per Strumenti a Fiato" indetto dalla Provincia di Livorno, e secondo ex aequo alla prima edizione del Concorso Internazionale di Composizione "E. Porrino" di Cagliari. Alcune sue opere sono state eseguite in diverse località del territorio italiano ed europeo. Sue partiture sono state pubblicate e registrate dalle case editrici "fonè" e "SAM", e sue analisi musicali sono state pubblicate su riviste specializzate in Italia e all'estero, quali Sonus, Aulos, Tibiae, Tetraktys, Civiltà Musicale.
Ha insegnato Armonia e Contrappunto ed Elementi di Composizione per la Didattica della Musica in vari Conservatori italiani, Analisi Musicale in corsi di Formazione Professionale finanziati dalla Comunità Europea, in diversi seminari tenuti presso il Conservatorio di Latina e altre realtà istituzionali, nonché nei corsi sperimentali superiori dell'Istituto Musicale Pareggiato "P. Mascagni" di Livorno. Ha conseguito le abilitazioni all'insegnamento nelle scuole medie primarie e secondarie. È risultato vincitore, con assegnazione di cattedra, nei concorsi per titoli ed esami a cattedre nei Conservatori di Musica per le materie di: Teoria, Solfeggio e Dettato Musicale, Cultura Musicale Generale, Armonia e Contrappunto, Elementi di Composizione per la Didattica della Musica. È risultato altresì idoneo nei concorsi a titoli ed esami per cattedre di Solfeggio presso l'Accademia Nazionale di Danza di Roma, nonché per la cattedra di Teoria, Solfeggio e Dettato Musicale presso l'Istituto Musicale Pareggiato "P. Mascagni" di Livorno. Dopo aver superato il relativo concorso è titolare della cattedra di Cultura Musicale Generale presso l'Istituto Musicale Pareggiato "P. Mascagni" di Livorno. Inoltre tiene i corsi semestrali di Elementi di Teoria Musicale e di Elementi di Armonia e Contrappunto presso il Dipartimento di Cinema, Musica e Teatro, Facoltà di Lettere, Università di Pisa. Attualmente si occupa di Composizione, Analisi Musicale, Informatica Musicale, operando su piattaforma Macintosh, Windows e Linux, con programmi di office automation, scrittura musicale, authoring multimediale, musica elettronica, quest'ultima in particolare su piattaforma Linux: Csound, Cmask, PureData, Audacity, HPKComposer, Snd e altri.