Chi siamo

Fondata nel 2003 a Pontedera, l'Accademia della Chitarra "Stefano Tamburini" - Musica & C. è un'associazione culturale di promozione sociale, dedicata allo studio, la promozione e la divulgazione della cultura musicale e artistica in generale, con particolare riferimento alla chitarra classica, alla chitarra moderna e alla musica contemporanea.

L'attività dell’Accademia si sviluppa nella ideazione, progettazione e realizzazione di manifestazioni culturali, quali corsi preparatori, di specializzazione e di perfezionamento in discipline musicali; seminari e conferenze; concerti; convegni e incontri di studio. Lo sponsor principale delle attività dell’Accademia è il Comune di Pontedera tramite l’Assessorato alla Cultura. L'Accademia gestisce la propria Scuola di musica.

 

Presidente emerito dell’Associazione è il Maestro Alvaro Company. Allievo di Andrés Segovia dal 1950 al 1954, diplomato in Musica Corale nel 1955 e in Composizione nel 1956 presso il Conservatorio di Firenze, Alvaro Company ha svolto una brillante carriera concertistica in Italia e all’estero, tenendo seminari e corsi di perfezionamento in tutto il mondo. Nel 1960 ha fondato la classe di chitarra presso il Conservatorio di Firenze, dove ha insegnato fino al 2001. Compositore, revisore di opere per chitarra e liuto, ha sviluppato un metodo per la postura e la respirazione denominato “biodinamica musicale”. Ha ricevuto nel 1991 il premio “Mila”, conferitogli da una giuria comprendente Claudio Abbado, Riccardo Muti, Maurizio Pollini, Salvatore Accardo, e presieduta da Goffredo Petrassi.

Presidente onorario
Simone Millozzi, Sindaco di Pontedera

Presidente
Andrea Carli

Direttore didattico
Luigi Nannetti

Consiglio direttivo
Franco Barsali
Andrea Carli
Giacomo Macelloni
Salvo Marcuccio
Luigi Nannetti
Glenda Poggianti
Marco Vanni

La direzione artistica dell’Associazione è affidata a Salvo Marcuccio.

Andrea Carli (1964) si diploma nel 1990 in chitarra presso l’Istituto Pareggiato “P. Mascagni" di Livorno. Suona in varie formazioni, come solista, in duo, con l’orchestra di chitarre “Guitar Symphonietta” di Firenze e prende parte a drammatizzazioni teatrali per chitarra e voce recitante (Milano, Firenze, Pisa). Dal 1988 intraprende lo studio della composizione con Gaetano Giani-Luporini. Nel 1989 fonda la “Corale della Cappella di S. Giovanni Battista” di Calcinaia (PI), con la quale, nella veste di direttore, oltre a effettuare diversi concerti dedicati prevalentemente al repertorio rinascimentale, si esibisce nella rivisitazione del dramma liturgico “Quem quaeritis”, allestito dal Centro Teatrale “S. Andrea” di Pisa, per il quale compone le musiche di scena per gli spettacoli teatrali “L’Annuncio a Maria”, “Giobbe”, “Antigone”, “O. Romero”. Nel 1993 compone “Esagono”, un ciclo di brani per coro a cappella; nel 1994 la sua composizione “Varieazioni” per orchestra d’archi riceve una segnalazione al concorso internazionale “E. Bloch” di Zurigo. Negli stessi anni approfondisce la direzione d’orchestra con Piero Bellugi, la tecnica della direzione corale con Walter Marzilli e segue come effettivo il corso di composizione tenuto alla Scuola di Musica di Fiesole  da Giacomo Manzoni. Nel 2000 organizza a Pisa la rassegna chitarristica “ContemporaneaPisaFestival”. Nello stesso anno, nell’ambito delle celebrazioni del 250° anniversario della morte di J. S. Bach, il pianista Daniel Rivera esegue in prima assoluta la “Passacaglia sul nome BACH” presso l’Auditorium della Sala Absidale dell’Università di Bologna.

Salvo Marcuccio (1963) affianca all’impegno professionale scientifico un’intensa attività musicale. Diplomato con lode in chitarra nel 1989 presso l’Istituto “P. Mascagni” di Livorno, è stato allievo effettivo dei corsi estivi dell’Accademia Chigiana di Siena con Oscar Ghiglia e ha seguito seminari con Leo Brouwer e con il duo Assad. È autore di numerose trascrizioni, rielaborazioni e strumentazioni per svariati gruppi cameristici. Ha svolto attività concertistica in Italia e all’estero, conseguendo primi premi ai concorsi di musica da camera di Stresa e Macerata Feltria, ed ha partecipato a produzioni di teatro musicale, come autore o interprete (“Arpége”, “Goldenhair”, “Federico e la luna”, “Il sogno di Orfeo”). Ha curato svariate prime esecuzioni di musiche per chitarra sola e in gruppi da camera. Negli anni 1996-1999 ha organizzato “Serenata per un satellite”, una serie di incontri sull’arte e la cultura contemporanea, per il Consorzio Pisa Ricerche. Negli anni 2005-2013 ha collaborato con l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno come docente dei corsi di "Acustica e Psicoacustica" e di "Teorie della percezione sonora e musicale, teorie dell'ascolto".

Luigi Nannetti (1978) ha conseguito il Diploma in Flauto nel 2001 presso l’Istituto Musicale Pareggiato “L. Boccherini” di Lucca, come privatista, sotto la guida del M° Daini Bixio,laureandosi successivamente in Storia della  Musica presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Pisa nel 2004, con una tesi sulla formazione di Giacomo Puccini. Negli anni successivi al diploma si è perfezionato con Stefano Agostini presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno, e con Michele Marasco presso l’Accademia “San Felice”di Firenze, partecipando, inoltre, a numerosi corsi perfezionamento tenuti dai maggiori flautisti di livello internazionale come: Conrad Klemm, Maxence Larrieu, Carlo Macalli, Mario Caroli, Giampaolo Pretto, Patrick Gallois. Ha al suo attivo numerosi concerti effettuati come solista e/o come membro ensemble cameristici e orchestrali (Vanhal, Nuova Orchestra Labronica (NOL), Youth Arts & Sounds Orchestra (YASO) di La Spezia e, in qualità di musicista, di compagnie teatrali (Teatro del Té, Lusiadi, Guascone Teatro). Ha pubblicato articoli di interesse musicologico su Giacomo Puccini (Pacini-Fazzi, 2008), programmi di sala per importanti rassegne concertistiche (Associazione Musicale Lucchese, Festival “Claudio Monteverdi” di Cremona), nonché progetti dedicati alla didattica dell’ascolto musicale (Lol Production, 2006). Nel 2006 ha vinto la selezione nazionale per la partecipazione al Corso Superiore di Ricerca nel campo dell'Educazione Musicale, in collaborazione con la SIEM, la Facoltà di Scienze della Formazionedell’Università di Bologna e l’Accademia Filarmonica di Bologna, realizzando un progetto di ricerca riguardante l’uso delle nuove tecnologie nella didattica flautistica presentato alla 28th International Society for Music Education World Conference di Bologna nel Luglio 2008, i cui risultati sono pubblicati dalla LIM. E' Direttore dell'Accademia della Chitarra – Musica & C. dal Settembre 2008.